Ecco cosa ne pensa chi ha già letto questo libro!

Silvio Lo Sapio

The Friends Pub

Ciao Lorenzo.

Mi permetto di essere informale perché leggendo le pagine del tuo libro un po’ è stato come chiacchierare con te: quindi è stato come se ci fossimo dapprima presentati, come hai fatto nelle prime pagine del libro, e poi chiacchierato di argomenti che ci riguardano da vicino, la RISTORAZIONE.

Per ogni capitolo, pagina, parola ed esempio ho riportato mentalmente un confronto con ciò che vivo quotidianamente nel mio lavoro in pizzeria, a Matera, Capitale della Cultura 2019; approfitto per fare un po’ di propagando. L’ho imparato da te! :P….come pure le faccine a fine frase 🙂

Ne sono uscito molto colpito, sorpreso e a tratti impaurito perché noto evidenti accorgimenti e soluzioni nuove ed innovative che andrebbero affrontate e messe in atto; e capisci bene che sovvertire un abitudine, una routine è cosa alquanto dura e faticosa, poi da dipendente mi rendo anche conto che ben poco posso fare o azzardare; ne sono uscito, dalla nostra chiacchierata immaginaria davvero fortificato: forte di nozioni, trucchetti del mestiere, abilità e fantasie che effettivamente un addetto ai lavori dovrebbe far sue e mettere in pratica.

Ti dirò anche che ne sono uscito con un po’ di amaro in bocca in quanto rimandi a manuali e materiale non disponibile nella trattazione degli argomenti nel tuo testo, in parte presenti sui tuoi canali internet.

Ma è giustissimo, e non voglio e non posso dire assolutamente nulla a tal proposito; è il tuo lavoro.

Che dirti, è stata una bella ESPERIENZA immergermi nel tuo libro e in quelle argomentazioni.
Il libro fisicamente parlando ne è uscito malconcio dopo la lettura, tra sottolineature, evidenziature, pagine piegate a mò di segnalibro, appunti in calce, coda e nel mezzo; insomma ha fatto la sua degna parte.

Ah! La forma, la dimensione, lo stile che hai adottato per la stesura dello stesso non sono altro che la ciliegina sulla torta, per rimanere in tema. Aiutano tanto a rimanere sul testo e più di tutto sull’argomento in esame.

Davvero complimenti Lorenzo. Bel lavoro!!!
Buona estate e buon lavoro…ovunque tu ti trovi.

Leonardo Divincenzo

Lorenzo Ferrari ho letto il tuo libro tutto d’ un fiato e mi è piaciuto moltissimo!!

Gran bel lavoro, ben scritto, ben fatto,contenuti di valore che forniscono spunti davvero interessanti e presto applicabili.

Tante cose le sapevo già perché ci lavoro in un ristorante, altre le ho acquisite con ” menùengine’ , altre dai tuoi corsi ma questo manuale è superlativo.

Riesci a comunicare semplificando e rendi accessibili moltissime tematiche anche le più complesse e tecniche.

Ho apprezzato moltissimo la parte relativa ai ” cubi magici” e soprattutto come hai affrontato la variabile ” tempo”, tema a me molto caro.

Spesso infatti si pone moltissima attenzione al food cost e al food price sottovalutando proprio il tempo di produzione/ realizzazione che ha un’incidenza ENORME su tutto il lavoro al fine di renderlo il più profittevole possibile.

Sei un grande professionista!
Complimenti a te, Giampaolo Monti e a tutto lo staff!

Chiara Sandrin

Trattoria dalla Bruna

Finalmente Lorenzo darà una svolta alla ristorazione italiana ferma a 50 anni fa!

Il destino dei ristoratori italiani sta per cambiare, e quelli come me che hanno, al momento, solo un progetto in testa di come dovra’ essere il proprio locale, hanno tra le mani gli strumenti e le tecniche necessarie per partire alla grande.

Consiglio il libro a chiunque voglio diventare un Ristoratore Top e demolire il piagnisteo continua sulla crisi che ormai ci affligge tutti i giorni.

Ringrazio Lorenzo di cuore per aver scritto questa perla; averlo letto a 22 anni mi da costantemente la forza per guardare il mio futuro imprenditoriale in modo diverso.

C’è una grande speranza per noi giovanissimi imprenditori della ristorazione ed é merito di chi si rimbocca le maniche e si dà da fare per evolvere questo settore.

Se acquisterete il libro capirete di cosa sto parlando..

Luca Salerno

Trattoria dalla Bruna

Ciao Lorenzo, ti rispondo ben volentieri. Ho trovato il tuo libro illuminante, istruttivo, ho scoperto capitolo dopo capitolo come sia complesso, ma allo stesso tempo affascinante il mondo della ristorazione.Seguendo te ed il forum, mi si stanno aprendo nuovi orizzonti e modi di vedere certi aspetti.Adesso non mi resta che metterli in atto, spero di essere all’altezza, ma fiducioso.Ti faccio i complimenti per la stesura, un libro che non annoia,anzi appassiona. A presto per le nuove esperienze che in futuro spero avrò modo di fare insieme al tuo staff. Francesco La Cara.

Francesco La Cara

Letto il Libro molto interessante ora lo sta leggendo anche lo chef e poi facciamo riunione grazie di tutto

Carlo Bettuolo

Il libro è stato bellissimo ed utilissimo e non vedo l’ora di applicare una serie di dritte che hai citato e spiegato. Mi è molto piaciuto in quanti ti trasmette e ti fa capire l’importanza altissima che ha il menù e la sua impostazione. Grazie per queste sempre tue apprezzatissime opere.

Antonio Perreca

Ciao Lorenzo buongiorno, sei proprio tremendo, ti ammiro quasi per quanto ti temo, nel senso che ti ammiro di più di quanto ti tema…!! Ma precisiamo che la mia è una forma di timore positiva, per la tua maniacale precisione nel fare le cose e perseguire i tuoi obbiettivi, tale da far paura, paura che chissà se io non riuscirò mai a eguagliarti, almeno in parte per le mie cose…!!

Nella speranza che mi avrai passato, questa mia leggera disgressione, veniamo al tema del libro; di cui ho già avuto modo di scrivervi… per cuì come sai che sto lavorando alla divulgazione del libro in una mia cerchia di gestori di pizzerie, miei ex allievi e non, aspetto di sentire più che altro loro nel merito e ti riferirò.

Non perchè voglia esimermi da questo compito in prima persona, ma perchè oltre che cometi ho detto mi sono già espresso ma se vuoi, mi replico: il libro per me perosnalmente che sai quanto ti seguo, ha mantenuto sicuramente il parte le aspettative, che cmq erano già molto alte, ed in parte giustamente scontate, ma non certamente ovvie! Non so se riesci a comprendre ma credo e spero di si!?

E poi sarei troppo di parte nell’esprimere un’opinione scontatamente positiva.

Questo alla prima lettura fatta in pochi giorni. Quindi ci risentiremo in seguto, nel merito, anche magari di singoli capitoli, in fase di rilettura!
Grazie ancora a Te ed al tuo Staff per il lavoro che fate… !

Con Stima e affetto, Nicola

Nicola Salvatore

Ciao Lorenzo il libro è scritto molto bene chiaro e semplice e da delle buone basi per poter iniziare a scrivere e creare un menù degno di questo nome.

Ignazio Renna

Ciao Lorenzo,

ho letto tutto di un fiato il tuo libro, lo trovo un ottimo manuale per noi gestori di ristoranti in cui vogliamo fare della qualità il nostro successo. Ho bisogno di un po di calma per analizarlo meglio, vi seguo su facebook e guardo con interesse le vostre iniziative.

un abbraccio

Pasquale Caprarella Restaurant Manager
Fratelli Cuore Mangiare Bere Baciare

Pasquale Caprarella

Buongiorno Lorenzo,

penso di essere stato uno dei primissimi ad aver effettuato l’acquisto, non appena ho visto il post l’ho preso! D’altronde mi avevi infuso molta curiosità nel corso delle settimane ed ero “bramoso di sapere”.

Tra l’altro, dovendo aprire entro uno o due mesi un nuovo ristorante “pilota” completamente in stile emiliano, ho unito l’utile al dilettevole.

Il libro l’ho letto in una serata, è stato sicuramente interessante e non mi ha per niente annoiato. Alcuni punti sono stati illuminanti e ho avuto il piacere di rivedere una buona parte delle mie idee, adattando il progetto iniziale a questa visione.

Entrando nello specifico:

ho dimezzato le opzioni di scelta
inserito due nuove sottocategorie
eliminato i piatti che non potevano competere con le punte di diamanti e che avrebbero penalizzato l’esperienza del cliente in caso fossero stati scelti seguendo solo il driver di scelta del prezzo
sto rivedendo tutto il pricing in base ai principi da te esposti
ho eliminato i piatti scontati che tutti comunque sanno che possiamo servire
Spero ti possa essere stato utile come feedback, un saluto e grazie di tutto

MR

Marzio Rossi

Ciao Lorenzo ,
Qui Michele ,ti confesso che l’ho letto anzi quasi divorato in poche ore il tuo libro .
Davvero interessantissimo .
Sei un gran venditore e si nota che ci metti impegno in tutto quello che fai .Il libro stesso fa marketing da se ,il concetto di menu’ ripetuto come un mantra molto frequentemente e nello stesso tempo utile a fissare ogni singolo concetto.
Si mi e’ piaciuto e ti confesso che ho già imbastito una pseudo tabella excel per iniziare il calcolo dettagliato di tutto il menu’.Poi quando un giorno ci sarò’ riuscito a finirlo penso che ti chiamerò’ ma questo già lo sai 🙂 .
Sono curioso di vedere di come si evolverà la cosa anche perché dove vivo io non sento parlare di menu’ engineering che grazie al tuo sito adesso e’ un termine che e’ diventata quasi un ‚ossessione:)
Come avrai visto dalla mail vivo in Germania e più’ precisamente in Baviera una delle zone più’ belle ed allo stesso tempo più’ care di tutta la Nazione Tedesca .E’ già da tempo che mi arrovello nel cercare di capire come calcolare i prezzi in un modo che non fosse uno dei soliti modelli …..

Spero di risentirti presto e grazie del tempo che hai dedicato a leggere queste righe.

Michele Rinaldi

Ciao Lorenzo,
il libro è arrivato, cosa non scontata di questi tempi.
L’ho letteralmente divorato in un paio si sere e poi condiviso con il titolare.
Visto che siamo in fase di revisione del menu, abbiamo subito messo in pratica alcuni degli utilissimi consigli che tu hai ben espresso.
Siamo talmente convinti della veridicità di quanto scrivi che, come ti ho già anticipato, abbiamo deciso di partire con “Le basi del sistema RistoratoreTop” … di cui abbiamo scaricato tutta la documentazione proprio oggi.
Stiamo nel frattempo raccogliendo i dati per partire con l’attività di ingegnerizzazione del menu e nei prossimi giorni, spero presto, procederemo con quanto concordato con Davide.
Come puoi quindi notare, il tuo libro ha confermato le aspettative.
Davvero interessante!

A presto

Luca Tassani

Ciao Lorenzo,
ormai sono 3 anni che ti seguo.

Ti lascio un mio parere molto volentieri.

Ricordo che quando avevo messo il mi piace alla tua pagina ristoratore top (forse 3 anni fa) non erano neanche 900 i like!

Allora mio padre gestiva un ristorante e da qualche mese io avevo capito che mettendo a posto alcune cose si potevano far salire i guadagni alle stelle.

A quel tempo, poco dopo aver messo il mi piace alla tua pagina me ne sono andato visto che mio padre non mi lasciava fare come volevo e non mi ascoltava neanche riguardo queste cose riguardanti il menù, il marketing ecc., ma ho sempre continuato a seguire la tua pagina anche all’estero sapendo che quello che scrivevi era oro.

Ti ho sempre seguito per due anni nonostante fossi all’estero a lavorare come dipendente e l’hanno scorso ho comprato anche il tuo corso ristoratore top e dopo food cost facile il giorno in cui era uscito.

Ho quindi studiato i corsi e l’autunno scorso ho affrontato mio padre dicendo che avrei preso in gestione io il ristorante se le regole fossero state solo le mie.

Il menù veniva dalla preistoria e forse prima (prezzi incolonnati, stessi item, stessa MERDA per dirla brevemente).

Ho rifatto completamente il menù, ingegnerizzato per quello che sono riuscito a fare seguendo i tuoi consigli (e quelli di Gregg;) ). (ahimè, subentravo a una situazione difficile anche a livello finanziario e non potevo permettermi di spendere troppo prima di partire nonostante tante cose da fare).

Oltre a questo mi sono differenziato (non mi dilungo oltre che non voglio annoiarti) e nonostante mio padre e vecchi collaboratori avessero paura “dell’azzardo” i risultati si sono visti, sia a soddisfazione cliente che finanziariamente.

Nonostante il lavoro è stato meno (mi trovo in alta Valtellina, la neve è mancata e oltre a questo hanno aperto una strada nuova che mi porta via buona parte del passaggio e quindi ho fatto leggermente meno coperti dell’anno scorso) ho avuto un aumento di fatturato dal primo gennaio al 25 aprile di 25mila euro da archivio (+…), 25 mila!

Risultati spaventosi in un certo senso, ma sappi che colgo l’occasione per ringraziarti di cuore davvero, grazie a te ho continuato a seguire questa mia passione e grazie anche ai tuoi consigli a migliorarmi e iniziare a raggiungere i primi risultati

Veniamo al dunque 😉

Il libro è stato molto bello, interessante e ben strutturato.

Ho apprezzato particolarmente la parte relativa al cubo magico.
Quando avevo acquistato food cost facile infatti mi ricordo che quando veniva spiegato come calcolare il food cost non si parlava nello specifico di tempi di preparazione. Quando ho strutturato il mio menù infatti avevo inserito una sorta di coefficiente da tenere in considerazione a seconda se fossero piatti che venivano “mandati via” velocemente o se fossero piatti con lunghi tempi di preparazione. Infatti mi sono trovato a incentivare un piatto dal food cost leggermente maggiore ma tempi di preparazione irrisori in confronto ad un altro.

Oltre a questo giusto ieri ho chiesto la consulenza di 30 minuti con un vostro responsabile e ho l’appuntamento lunedì con Davide.

Da quando ho capito veramente quello che “conta” (dal menù, all’upsell, al marketing, identità differenziante, togliere la margherita ahahahahahahahaahah) non riesco più a fare a meno di continuare a cercare e migliorare.

Per questo ho chiesto la consulenza, sono arrivato a un livello sopra quello di prima ma vorrei capire come andare ancora più in alto viste molteplici idee che ho in mente!

Ti ringrazio ancora e ti mando un abbraccio di cuore

E come leggevo sempre nei primi articoli che pubblicavi.. IN ALTO I CALICI!

Buona serata

Gabriele Berbenni

uei lorenzo e staff 🙂

si si, il libro l’ho comparto e già anche letto… gooooood fucki’ job👏👏👏

mi è piaciuto molto sia a livello di contenuto che come è stato scritto, affrontando argomenti professionali con un linguaggio semplice e chiaro.

Avrei voluto leggere (e comprendere) anche un po di più la storia del movimento degli occhi sul menu così come lo affrontate nei vostri video.

Magari qualche indicazione in più su come appunto strutturare il menu, dove posizionare le voci delle categorie .. ma mi rendo anche benissimo conto che è una materia ampia ed articolata e mooooooolto soggettiva e magari non facile da illustrare in poche pagine.

Che dire.. aspetto il prossimo no???

Lorenzo Russo Frattasi

Ciao Lorenzo
ho iniziato qualche giorno fa a leggere il tuo libro e pagina dopo pagina mi sto rendendo conto di aver fatto benissimo ad acquistarlo! Soprattutto sto capendo quanto e per quanto tempo ho sottovalutato il mio Menú non considerandolo il PRIMO strumento strategico di vendita. Una volta letto per intero devo assolutamente iniziare il grande lavoro di cui scrivi.

Che dire?!… Grazie! Per il Libro ed anche per tutti gli interessanti contenuti delle tue pagine social.

Ti auguro un buon lavoro e a presto
Eleonora

Eleonora Della Giovanna

Ciao Lorenzo

Abbiamo ricevuto proprio ieri la copia del tuo libro autografato e ti ringraziamo tanto
Avevo ordinato qualche settimana fa tre copie per poterle dare anche a mia sorella e a mio padre,ma io non avevo ancora preso in mano il tuo libro fino a qualche sera fa, non avendo molto tempo
È stata così una bella sorpresa trovarmi tra le mani un libro con uno stile semplice e con contenuti veramente pratici e anche rivoluzionari

Si, è vero che sapevo di quel che parlava e che conoscevo il tuo Sistema, ma ti sei spinto oltre con una passione e determinazione che ti fa davvero onore , per poterci parlare di Cubo Magico e di teorie che sono reali e concrete…,perché anche io penso che si deve tener conto anche del tempo di preparazione di un piatto,oltre che della marginalità
Man mano che leggevo il libro mi si accendevano tante lampadine, ecco l’effetto che mi ha fatto!

La tua determinazione ad approfondire l argomento del menù engineering portandoti da Mr Rapp, lo studio che hai fatto, la conoscenza che hai del nostro settore,molto piu di noi che ci facciamo gli “operai”da piu di trent ‘anni, è veramente profonda e merita sincera stima

Sappi comunque, che il nostro menù ingegnerizzato ha portato un incremento del 10% della vendita dei piatti che avevamo aumentato maggiormente di prezzo e che i nostri Antipastini vanno alla grande, anche se poi non ci sentiamo così brave come altri perché non abbiamo molto tempo da dedicare all email marketing e non siamo molto brave a comunicare tramite email ….ma ci stiamo lavorando anche se il tempo è tiranno

Grazie Lorenzo, del libro,del tempo che stai dedicando alla ristorazione,dell impegno che metti in quello che fai.
Sono convinta che tutto questo cambierà il nostro settore.

Un abbraccio e se capiti da queste parti saremo felici di vederti
A presto
Franca e Roberta

Franca e Roberta Cervoti

Ristorante Europa Lido

Eccomi, ciao Lorenzo ho finito oggi di leggere il tuo libro.

Mooooolto interessante, in ogni suo capitolo.
Mi ha colpito dalle tue prime parole: “si smetta di parlare SOLO di cucina e si inizi a parlare ANCHE di ristorazione”, che nel mio caso sarebbe
si smetta di parlare solo di cocktails o di mescita e si inizi anche a parlare di gestione. Saltando poi alle ultime pagine mi piace anche molto l’idea di coinvolgere il personale in queste scelte.

Nella mia città stanno apparendo bar nuovi come funghi, peccato che dopo neanche un anno chiudono.
Oltre a creare un danno economico a se stessi, ai loro fornitori ed ai loro dipendenti, creano problemi anche a chi è sul mercato da anni, facendo purtroppo cattiva concorrenza.
Vuoi non andare a mangiarti un etto di prosciutto crudo gratis accompagnato da scaglie di parmigiano, serviti al tavolo un crodino a tre euro?
E tu che magari allo stesso prezzo dai solo un “misero” piattino con due patatine passi per il rabbino di turno.

Forse dovrebbero allegare il tuo libro al rilascio di ogni licenza, preferisco di gran lunga un collega/concorrente preparato, col quale te la giochi migliorando davvero servizio e prodotti,
che avere a che fare con gente che non sa quello che sta combinando, tanto dopo aver fatto danni sparisce dal mercato (e tu fortunatamente resti li ma continui a remare).

Con questo non voglio dire che io so tutto, anzi è esatto il contrario. La differenza con alcuni miei colleghi sta nel fatto che ho comunque tantissima voglia di migliorare e di capire.
Ho già iniziato a compilare i food cost su pagina Excel, cosa che avevo fatto sempre solo a grandi linee. (prima bacchettata sulle dita)

C’è da dire che, dopo vent’anni di commercio (articoli regalo, casalinghi e liste nozze) ora gestisco da dieci anni un piccolo pub e non un ristorante, quindi devo un po’ capire come suddividere queste benedette categorie, per
trasformare il mio emmmm si… “classico menu a libro con fogli di plastica” che mi autoproduco con la stampante (seconda bacchettata sulle dita :D) in qualcosa di più professionale.
Attualmente ho una decina di pagine (2 per le birre, 1 per i vini, 1 per gli aperitivi, 1 per i cocktails analcolici, 3 per i cocktails (divisi più o meno in categorie), 1 per liquori e distillati
1 per i chupitho’s, 1 per la caffetteria e soft drinks e due per cibo (hamburgers, piadine, bruschette e stuzzicheria varia). Lo so, ‘na bibbia 😀

La difficoltà più grande per me è valutare la popolarità di alcuni prodotti, non uso cassa con scomparti ne tanto meno con l’articolo memorizzato e se chiedo
al mio personale di segnare le ordinazioni che prendono al banco un sabato sera o in una giornata di grande afflusso… penso che mi manderebbero gentilmente a quel paese 🙂
So quante bottiglie ordino, perchè gestisco e segno per benino gli acquisti, ma per esempio con uno stesso Rum o con una stessa Vodka potrei creare cocktails diversi fra loro.
Ancora diverso per la cucina che cucina non è. Non abbiamo licenza di ristorazione e prepariamo solo piatti freddi o panini, solo che la cucina è talmente piccola che non incentiviamo e curiamo il menu relativo
perché ci incasina notevolmente il lavoro.

Vabbè sto entrando troppo dentro i miei problemuzzi, che vedrò di risolvere anche grazie ai tuoi consigli.

Flavia 🙂

Flavia Balbis

GeKoo Aosta

Ciao Lorenzo.

Finito di leggere oggi il tuo libro che, nonostante non sia io del settore – se NON in veste di buongustaio – ho trovato molto illuminante.

NON per nulla ho già in mente alcuni ristoranti a cui segnalarlo perché credo che ne abbiano estremamente bisogno 😉

Poi, dato che il nostro progetto coinvolgerà, tra le altre categorie, anche quello della ristorazione, NON è da escludere che NON si trovi il modo, in futuro e a tempo debito, di collaborare insieme all’interno di questo settore.

Ma diamo tempo al tempo.

Comunque complimenti, perché è veramente un ottimo testo, che già da solo, per buona parte dei ristoratori italiani, potrebbe fare tutta la differenza del mondo.

A presto

Marco D.C.

Ciao Lorenzo,
E complimenti per l’ottimo lavoro!
Ho trovato molto interessante il tuo libro,
pieno di consigli utili, facili da mettere in pratica, ed immediati nel dare risultati.
Adesso vedo il menù come la chiave di volta di un locale, non più come un dettaglio minore 🙂
Grazie!

Niccolo' Mereghetti

[ RISTORAZIONE ] – Così come scegli, vieni scelto

Ho letto in poche ore il libro “Brucia il tuo menù” di Lorenzo Ferrari.

Un concentrato di PEPITE D’ORO che tu Ristoratore puoi applicare sin da subito iniziando ad ottenerne subito i risultati.

Uno dei capitoli che ho trovato più interessanti, ed alla base di chi vuole essere un ristoratore con i fiocchi è proprio il capitolo con il titolo che vedi qui in alto: ‘Così come scegli, vieni scelto’.

Spero di non fare spoiler, ma cercherò di essere vago quanto basta, ma devo riportare una frase del libro che credo sia da incorniciare:

” Acquista solo materie prime che saresti onorato di offrire ai tuoi clienti, trasformale al meglio delle tue possibilità e solo a quel punto crea una ricetta, assembla un piatto e dagli un nome e una descrizione che rispecchi tutto ciò ”

Mi ha colpito tanto perchè rispecchia la domanda che io e Paolo Priore spesso poniamo ai nostri clienti:
“Puoi garantirci che stai facendo tutto il possibile per dare il massimo ai tuoi clienti?”

Dovremmo fermarci tutti e ripartire da qui.

Riporto il tutto all’ambito PIZZA, dato che è quello di cui più strettamente ormai mi sto occupando, e di cui mi occuperò sempre di più (Ecco lo spoiler l’ho fatto per me 😀 )

Stai davvero acquistando SOLO materie prime TOP?

O lì dove potresti risparmiare, ti concedi uno strappo alla regola?

Tipo il Crudo di Parma negli antipasti, ma non sulla pizza (è un esempio).

E’ ovvio che quella pizza che nel menù è scritta in questo modo:
CRUDO
mozzarella, pomodoro, prosciutto crudo – 6€

non attirerà nessuno, e molto probabilmente non te la chiederà nessuno. o peggio, se qualcuno la prenderà, non rimarrà affatto nei suoi ricordi.

Cosa stai facendo in quel momento per colpire quel cliente? Per far sì che fuori di lì parlerà con altri della tua pizza, ne descriverà i particolari, facendoti pubblicità gratis, ed aumentando la percezione di quegli amici che magari per via di quel passaparola verranno poi a trovarti?

Quanto ti sta costando quel piccolo risparmio?

OGGI non si può fare Marketing su prodotti di bassa qualità. Non c’è spazio nella testa dei clienti. Puoi farlo, ma quasi sicuramente avrai l’effetto contrario.

Eh ma il prezzo…ALT! Ti fermo subito. Se starai ‘tirando il prezzo’ con i tuoi acquisti, faranno la stessa cosa i tuoi clienti, perchè starai attirando il target sbagliato.

E, sempre dal libro, dovresti attirare un target di clientela che:
– Ha un’unica pretesa: fare una bella esperienza
– Il prezzo non lo guarda

Questo target non puoi attirarlo se non fai la spesa nel giusto modo, e se poi non sai creare attorno ai tuoi piatti il giusto Marketing.

E’ un po’ ciò di cui parlavo in questo articolo: http://aziendasocial.com/le-basi-che-vengono-prima-del-mar…/

E comunque, se non è chiaro, il libro è super-consigliato, e lo trovi qui: https://www.bruciailtuomenu.it/

Buona domenica a tutti 🙂

Michele Pacino

brucia il tuo menù letto ! complimenti lorenzo per la tua creatura, molto interessante e semplice da capire per chi ha già una base 😉
ora devi trovare una strategia di marketing per far “esistere” il Molise 😁

Claudio Cito

Brucia il tuo Menù

In genere si tende a non pubblicizzare persone che svolgono più o meno lo stesso lavoro, ma non è sempre così.

Quando qualcuno svolge il proprio lavoro con passione lo percepisci, lo leggi in ogni riga ed in ogni sua singola parola e solo per questo merita tutta la tua stima.

Se lavori nel mondo della ristorazione e non hai ancora letto il libro di Lorenzo Ferrari, sappi che stai perdendo l’opportunità di modificare il tuo punto di vista, sempre più attento al prodotto e mai o quasi mai al marketing.

In realtà se sai leggere tra le righe, le informazioni presenti nel libro possono essere applicate anche in altri settori.

Basta, sennò poi lo pubblicizzo troppo.

Vito Monterisi

Ciao Lorenzo,

ho letto il libro e devo dire che ho avuto degli spunti interessantissimi su cui lavorare. Mio fratello ha un locale e comincerò da lì se lui vorrà. Mettiamo subito in pratica i concetti e il metodo e vediamo che ne esce!
Io sono cuoca ma ho anche un diploma come Esperto in Social Media Marketing e la parte strategica ristorativa mi sta cominciando a intrigare molto e dopo aver letto il tuo manuale ancora di più! Non posso fare a meno di sistemi scientifici e misurabili e tu hai soddisfatto appieno questa esigenza!

Grazie

Mania Mehrabi

Buongiorno parto col dirti che ho 26 anni e questo è stato il primo libro che sono riuscito a leggere tutto e anche in 2 giorni.. il libro mi è servito sicuramente ad aprirmi gli occhi è stato molto illuminante.. ho deciso di comprarlo pke sto ampliando la mia pizzeria e sto scrivendo un menù con nuove pizze e voglio vendere più antipasti o sfizi vari e su questo il tuo libro mi sta aiutando moltissimo.. mi piace quello che scrivi e come lo scrivi si vede che lo fai con passione.. io sto a Salerno se ti trovi da queste parti mi farebbe piacere averti come mio ospite.. ciao 💪

Simone Ianniello

Ciao Lorenzo,

ti scrivo con piacere. Certo che ho letto il tuo libro, l’ho comprato apposta! Vi ho trovato un sacco di idee interessanti, evoluzioni di un sacco di cose che mi aveva insegnato mio papà e che io avevo iniziato a mettere in pratica; mi sto quindi divertendo a perfezionare la tecnica per rendere il mio menù uno strumento davvero efficiente.

Cristina

Ordinato il libro in colpevole ritardo, arrivato in due giorni due, è scritto in maniera fluida, semplice e pieno di spunti pratici, tanto che l’ho divorato in tre ore!
è veramente utile e interessante e sia dal punto di vista del cliente che di noi ristoratori lo definirei rivoluzionario!
Bravo Lorenzo e complimenti!

Ale Colombini

P.IVA e CF: IT 09695190968 | BRUCIA IL TUO MENU | MENUENGINE

Privacy Policy | Cookie Policy